Intesa Sanpaolo: Grandi manovre

0
368

Nella giornata di ieri, poco dopo la presentazione del nuovo piano industriale da parte del Gruppo Ubi Banca con durata prevista fino al 2022, a sorpresa l’ad di Intesa Carlo Messina (in foto) ha lanciato un’offerta pubblica di scambio volontaria totalitaria su azioni ordinarie di Ubi Banca spa. Intesa Sanpaolo offre 17 azioni proprie per 10 azioni Ubi, valorizzandola a 4,9 miliardi di euro. La mossa del più grande gruppo bancario italiano rimescola le carte delle possibili fusioni immaginate per il 2020/2021 nel panorama economico finanziario del nostro Paese.

Secondo quanto si è appreso, la scelta di Messina e del cda di Intesa è caduta su Ubi, per una affinità identitaria ma anche per la qualità della gestione e l’attenzione per i temi della sostenibilità del gruppo bergamasco.

“Intesa Sanpaolo – si legge in un comunicato – considera UBI Banca tra le migliori banche italiane, radicata nelle regioni italiane più dinamiche, con rilevanti risultati conseguiti grazie all’eccellente lavoro svolto dal Ceo (Victor Massiah, ndr) e dal management e con un valido Piano di Impresa, che nel Gruppo risultante dall’operazione possono trovare non solo continuità di realizzazione ma anche ulteriore valorizzazione”. E poi: “Ubi Banca si contraddistingue per le affinità con Intesa Sanpaolo, in particolare per quanto concerne modello di business e valori aziendali, anche perché molti lavoratori del management di UBI Banca hanno avuto un percorso professionale che in precedenza si è svolto nel Gruppo Intesa Sanpaolo”.

L’operazione di Intesa non si ferma qua. È stato sottoscritto anche un accordo con Bper, vincolato all’esito positivo dell’operazione con Ubi, per cedere 400/500 filiali nel Nord Italia.

Il Consiglio di amministrazione di Bper Banca ha approvato il progetto, volto a favorire la crescita dimensionale del Gruppo con un significativo incremento di quote di mercato e della base di clientela. L’accordo con il Gruppo Intesa Sanpaolo prevede l’acquisizione di un ramo di azienda costituito da filiali situate prevalentemente nel Nord del Paese.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here