Pif presenta il suo ultimo libro alla Legatoria Prampolini di Catania

0
111

Si è tenuta ieri presso la storica Legatoria Prampolini di Catania la presentazione dell’ultimo libro di Pif “La disperata ricerca d’amore di un povero idiota”.
In una sala gremita, il noto scrittore nonché conduttore e autore televisivo, sceneggiatore, attore e regista, ha raccontato il suo ultimo lavoro.

Un libro sull’amore, in chiave moderna, dove il protagonista Arturo, un quarantenne in crisi dopo una vita dedicata al lavoro e alla carriera, si rende conto di aver trascurato l’aspetto sentimentale mentre molti suoi amici hanno già messo su famiglia. La svolta sarà l’incontro con un suo vecchio compagno di classe, nel frattempo diventato un ingegnere informatico a capo di un progetto sperimentale: un app per trovare le proprie anime gemelle. Si “anime” e non anima, come sottolinea l’autore, perché probabilmente nel mondo e nelle diverse fasi della vita ciascuno di noi potrebbe avere più metà della stessa mela.
E siccome Arturo è un citazionista accanito, facendo sua la massima di Mae West “Tra due mali, scelgo sempre quello che non ho mai provato prima”, decide di buttarsi nella sperimentazione. L’ app individua per lui sette anime gemelle sparse per il mondo.
Inizia quindi il suo peregrinare da Siena alla Svezia, da Dubai alla Groenlandia, scoprendo molto di sé e sui rapporti di coppia. Pif racconta che molte delle esperienze riportate nel romanzo fanno riferimento a luoghi a lui ben noti per vacanze, vissuto personale ma soprattutto luoghi conosciuti durante i viaggi fatti per il suo famosissimo programma “Il Testimone”.

Oltre ai luoghi, nel romanzo Pif mette molto di sé nel personaggio di Arturo. Come lui stesso ha dichiarato durante la presentazione, se spesso ha scritto libri e film puntando il dito contro un nemico, come la mafia, in questo caso punta il dito contro sé stesso, identificandosi con un uomo “diversamente romantico”, a tratti un po’ goffo, ma che alla fine si metterà in gioco, lanciando un messaggio di speranza.

Pif ,all’anagrafe Pierfrancesco Diliberto, con la consueta leggerezza che lo contraddistingue, riesce anche in questo caso ad affrontare una tematica complessa come quella dell’amore nei tempi odierni alle prese con app e mondo virtuale, con vite frenetiche ed egoismi, lasciando al lettore una morale positiva.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here